Saturday, September 15, 2018

Leo. Aka Boia-Boa.

Le placche nella gola si rivelarono in realtá batteri nei polmoni, quindi Alice ora accanto al cortisone e all'antinfiammatorio abbraccia pasticche di antibiotico, e aspetta lunedí per tornare a scuola a lavorare.
Peró sempre meglio che una vita da efemerottera.

Intanto sono arrivati i coinquilini!
La prima delegazione di cittadini di Aquasarium purtroppo non prevede uno dei fichissimi pesci pulitori consigliati da Amanda perché il Signore dei Pesci non ne aveva piú (peró come dice lo Gnomo, "quando siamo bravi con questi lo prendiamo")...
Perció lo Gnomo a scelto loro:

Si chiamano Brachydanio, che come nome é molto dinosaurico, sono - a quanto pare - resistenti e coriacei... e sono 5.

Il Grinta sta giá facendo ricerche su internet e sta scaricando l'Enciclopedia Completa dei Brachyodani, ha giá trovato un paio di articoli sulle loro abitudini sociali, gli usi, i costumi, le principali cause di mortalitá e domani chiama Alberto Angela perché devono discuterne assieme.
Al momento uno solo dei nuovi coinquilini,  é stato ufficialmente battezzato dallo Gnomo.
... É quello con la testa un po' piú rossa degli altri,  con uno strano bozzo di lato, le pinne un po' sgranocchiate, quello in chiaro stato confusionale che continua a strusciarsi contro un lato dell'acquario di vetro.
(Alice lo chiama Boia-Boa, che giá se lo sente che o sará lui il primo a finirle pancia all'aria... o sará  invece il bullo dell'acquario, un conte Ugolino in pinne e squame che nei prossimi giorni finirá per  mangiarsi il resto della famiglia... non si sa mai con i pesci, hanno degli sguardi indecifrabili da giocatori di poker incalliti...).

Quindi la domenica la passeranno:
Alice a drogarsi.
Lo Grinta su internet a googlare pesci.
Lo Gnomo a chiacchierare con i suoi nuovi 5 squamosi amici.

E Boia-Boa... chissá!

Alice pescizzatrice




Tuesday, September 11, 2018

si sta come le placche nella gola della maestra...

É la seconda settimana e Alice é giá sull'orlo della polmonite, tossisce come un'otaria in amore e ha la forza di un invertebrato stanco.
Oggi é rimasta a casa, abbracciata alle pasticchette di cortisone e allo sciroppino inibitore della tosse.
Pianificava un post pieno di lagna e lamentanza e "maiunaggioia" come potete intuire... poi ha visto questo, e quindi ha deciso che alla fine a lei je butta bbene!
Lo lascia qui anche per voi, caso mai aveste una giornata Calimero!




Alice ammalatrice

Saturday, September 8, 2018

Acquasarium

Era da giugno.
Ovvero da quando avevano trovato l'acquario, per 5 euro, al negozio frikkettone di roba di seconda mano.

Da quel giorno lo Gnomo ha fatto piani grandiosi su quale sarebbe stata la fauna, la flora e l'oggettistica che avrebbe messo nel suo picco regno acquatico.

A guardare i suoi disegni e le sue liste sarebbe stato tipo il figlio illegittimo di Disneyland, Jurassic Park e l'Oceanario di Lisbona... un Ecomostro fatto di velieri, sottomarini, sirene, vulcani, fossili di dinosauro... il tutto popolato da circa il 75% della fauna ittica: sogliole, ricci di mare, meduse, polipi, acciughe, trote, salmoni rosa, granchi eremiti, pesci pappagallo, pesce palla, anemoni, e - perché no? - una pulcinella di mare e un siphonophore.

Appena sono rientrati in banliú non c'erano piú scuse, e sono andati nel negozio del pesci:
"Gnomo, visto che noi non sappiamo nulla di acquari, e che io in genere faccio appassire pure le piante di plastica e i fiori di cartone, ora andiamo a sentire cosa ci dicono al negozio, loro ci diranno quali pesci possiamo prendere, e quanti, perché sono loro gli esperti, ok?"
"Non temere, mamma, io pure sono esperto. Se non capisci cosa il Signore dei Pesci dice te lo spiego io"

Perché lo Gnomo ha 5 anni ma giá ha capito che sua madre non ne sa mezza.

Entrano nel negozio, ed arriva la mazzata:
"Occorre preparare l'acquario, signora. Dovete prima attivarlo, poi venite a prendervi i pesci, tra 2-4 settimane".
Ci resta piú male Alice che lo Gnomo, che immediatamente contrattacca e commenta: "Ma le alghe le prendiamo ora, mamma, cosí fanno l'ossigeno per i pesci, vero signore?"
Il Signore dei Pesci studia lo Gnomo, capisce che ha a che fare con uno della sua setta, e i due partono a vedere il settore alghe.
"Prendiamo le alghe pallina, cosí i pesci ci possono giocare come i delfini... e poi quelle lá lunghe, che fanno la foresta, per i pesci timidi, o mimetici, certamente". Certamente.

Escono con 4 alghe puzzose, un chilo di ghiaia, e perle. Tante. Come fare un acquario senza perle?!
La sera mettono tutto a bollire (le alghe no. Pure voi, non bollitele... A meno che non vogliate zuppa di Miso).
Il giorno dopo c'é Gnomo Mastro Feng Shui che passa 5 ore a posizionare ogni singola perlina e conchiglia fino a che non studia il tutto e dice: "É proprio perfetto".

Tra 10 giorni vanno a prendere gli inquilini dell'Acquasarium.


Se qualche esperto di roba con le branchie ha suggerimenti, sappiate che loro hanno un acquario da 20 litri, arredato che manco le Pentahouse di NYC, che hanno scartato i pesci rossi, e che vorrebbero almeno un paio di inquilini, che ce piace avere compagnia.

Qui una diapositiva dell'Acquasarium  By Night.
Perché al momento l'Acquasarium fa anche da lucina da notte. Alice avrebbe gli incubi, a svegliarsi di notte e ritrovarsi davanti 'sta roba, ma allo Gnomo a quanto pare rasserena e pacifica i sogni...



Alice aquarizzatrice

Monday, September 3, 2018

La Rentré

La Rentré.
Perhcé I franscesi, da paravi prescisini, hanno un nome per tutto, quindi il ritorno a scuola é il RIENTRO. ( tantan tan taaaa).
Ecco come sono andati i rientri di Alice e dello Gnomo nelle loro rispettive classi:

- Lo Gnomo torna a casa dal suo primo giorno di scuola pubblica francese dichiarando nell'ordine:
"I tavoli della scuola li puoi aprire e dentro ci sono dei lego, sarebbe bellissimo avere un tavolo cosí!"
"I giochi nel giardino sono tantissimi, e ci andiamo tante volte, mica una!"
"Nessuno mi ha picchiato, no, e la mensa era piú buona della mensa della scuola della mamma eh!"
"Magari quando poi non la usano piú come scuola dovremmo andarci a vivere perché é bellissima".


Sará un buon anno.




- Alice, mentre nella classe accanto regna il silenzio denso e spirituale delle piccole api operose, e i bambini lavorano ciascuno al loro tavolino da bravi piccoli montessoriani, lei ha una classe che é la succursale di Porta Palazzo, gente che canta, che ride, che dorme... tavoli che viaggiano in giro, si uniscono e si dividono come atomi impazziti, pozze d'acqua che manco le risaie di Vercelli e pasta di sale sufficiente a fare la Sagrada Familia in scala 1:1.

Il vestiario é una tale casino che una bambina PERDE le scarpe, e Alice  alla fine la porta al parco... in babbucce.

La classe é un'esplosione di farina, pittura, colori, matite e terra (l'attivitá "curare le piante" é stata trasformata in "scava e cerca fossili").
Alice e la collega ammirano il casino, entrambe imperturbabili e commentano:
"Varda che bel casino, varda come lavorano bene!"




Sará un buon anno.

Alice incasinatrice

Saturday, September 1, 2018

Si ricomincia!

Partimmo.
Andammo.
Tornammo.

Nel mezzo accadde talmente tanta roba che ci impiegherá mesi a raccontarla.
Ma come dicono nei fumetti:
Nel frattempo...

Nel frattempo lunedí tutti a scuola!
Alice ha una nuova collega. Che pare simpa eh, ma che comunque é pure una CARA amica della NUOVA direttrice. Che ansia, diobono.
Lo Gnomo ormai é tutt'altro che uno Gnomo. Si é trasformato in un inarrestabile Alberto Angela, ed ha la pignoleria di Puffo Quattrocchi. Su tutto. Dalla pronuncia corretta di ankilocephalosaurus in inglese, alla quantitá di formaggio da grattare sulla pasta.
É anche parecchio terrorizzato all'idea di ricominciare nella NUOVA scuola. perché nel frattempo Alice e il Grinta, da sadici che sono, l'hanno spostato dalla scuoletta Montessori alla scuol-ona pubblica.
LO Gnomo vaga per casa facendosi discorsi di auto-incoraggiamento del tipo: "Beh, l'altra volta non mi avevano picchiato al primo giorno, quindi magari non mi picchiano..." Oppure: "Se qualcuno mi picchia e il maestro non vede io grideró fortissimo... e magari qualcuno verrá ad aiutarmi... sennó posso sempre nascondermi..."
Pare che invece di mandarlo nella scuola materna accanto lo stiano spedendo nella Korea del Sud, vestito da Drag Queen e armato di coriandoli.

Lunedí pensateli.

Alice iniziatrice.


Sunday, August 12, 2018

12 agosto

... e siamo a Cinque. Come le dita di una mano.

e oltre alla torta-banco-di-pesci che ti sei fatto da solo, come regalo ti lasciamo qui le parole di Bruno Tognolini.

C'era una volta un nano
Eccolo qui, è la tua mano
Questa è la fiaba di Nano Manina
Nano cammina cammina cammina
Va nella buia foresta
Eccola qui, è la tua testa
Piena di alberi, pieni di uccelli
Eccoli qui, i tuoi capelli
Trova una bella cavalla
Eccola qui, è la tua spalla
Nano cavalca nel regno di Francia
Eccolo qui, è la tua pancia
Trova due streghe un po’ strambe
Eccole, son le tue gambe
Trova due principi, guarda, li vedi?
Eccoli, sono i tuoi piedi
Questa è una fiaba speciale
Corre le stanze, scende le scale
Mangia, chiacchiera, dice buongiorno
Ride e poi scappa, rotola intorno
Comincia sempre e non finisce più
Perché la fiaba sei tu.



Auguri mio Gnomo, pescatore, pescivendolo, giardiniere, collezionista di sassi, foglie e cose perdute.
A te che metti la testa in acqua e "vedi il plancton", e che fai disegni sempre più arditi e strampalati, a te che progetti di allevare Yak in Asia, ma anche di andare in Antartide con i tuoi fratelli...
A te che cresci, ti allunghi e ti si allungano anche le domande e i pensieri.

Soffia forte su quelle 5 candeline, e porta pazienza, ti stritoleremo di baci e strizzeremo di abbracci pure quest anno!

Alice festeggiatrice






Tuesday, July 10, 2018

Slimy-Goody

La sera prima della festa di NON compleanno dello Gnomo il Grinta dice: 
"E i goody-bags?!"
Alice: "Ma quanto ti sei americanizzato?! Ma che goodybags e goodybags, schifoso consumista senza anima... già grazie che hanno la torta-roito da mangiare se non la bruciamo domani..."
Grinta: "No no, i goodybags sono un elemento strategico fondamentale! Serve qualcosa per far andare via 'sti bambini senza che piangano e rompano troppo le palle... A questo servono i goodybags! Ci servono, sono in dis pen sa bi li per la riuscita della festa!" 


Ed é cosí che alle 11.30 di sera si ritrovano ad annaffiare il giardino, e ad improvvisare un safari notturno.


Ora, cosí se mai vi invitano lo sapete...

Loro ono quel tipo di gente che alla fine della festa dei bambini vi smolla un barattolo con dentro una lumaca come "goodybag".

You are welcome.



Alice lumachizzatrice