Monday, April 11, 2016

And the answer is...

Yep.
Ammeriga.
East Coast.
Nella terra dei Guidos.

Il Grinta sara' in una delle Universita'-Olimpo ammerigane a insegnare per un anno.
Essendo l'universita'-Olimpo molto fighetta, ed essendo in realta' la cittadina parecchio vicino a Niu Iorke (un oretta di treno e sei a Penn Station), i costi sono deliranti e folli come in Manattanz.
Visti i tempi incerti probabilmente non staranno a traslocare tutta la toperi', cerceranno un deposito dove Alice, piangente, gemente e abbigliata di nero come una vedova del sud, lascera' almeno l'80% dei suoi amati amatissimi preziosissimi libri e albi illustrati, assieme a qualche mobile ikea scassato (il restante 20% del patrimonio librario lo spediranno, a qualunque costo, perche' Alice senza libri diventa come Sgarbi: brutta urlante e incazzata).

L'altro giorno Alice ha spiegato allo Gnomo che ad un certo punto (ma manca ancora tanto tempo eh, Gnomo, prima andiamo in Italia a trovare tutta quei matti la' che ti aspettano!) prenderanno un aereo grande a partiranno, lui la mamma e il papa', per andare ad abitare in un posto nuovo che si chiama Prinstonn dove parlano tutti inglese. Lo Gnomo due giorni dopo ha preso un sacchetto di plastica, l'ha riempito si macchinine, si e' infilato dentro uno dei millemila scatoloni di cartone (mica per il trasloco eh, gli scatoloni, e' che lo Gnomo e Alice ci giocano come dei pazzi, sono peggio di due gatti psicopatici, adorano entrambi le scatole!) ed ha detto: "Sono pronto! parto!"

Si prospetta gia' una soluzione per risparmiare un biglietto intercontinentale...

Alice viaggiatrice

41 comments:

  1. Ossignur un'altra col fuso orario squinternato non bastavano la pelatrice di patate e la traduttrice compulsiva, ora pure lei!

    ReplyDelete
    Replies
    1. :) La traduttrice e' ancora troppo lontana, ma la pelatrice di patate sicuro che la vado ad acchiappare... e' uno dei buoni motivi per partire!

      Delete
  2. Peggio per la mater che non avrà più il tgv, meglio per le radici dello gnomo. Ma gli parlate anche in inglese?

    ReplyDelete
    Replies
    1. Non dirlo cosi' che gia' la Mater ha vacillato non poco, e pure io! :) Pero' si, siamo molto contenti di poterci godere per un pochino la nostra famigghia americana!
      La scuola dove va e' bilingue, inglese e francese, ma a casa noi parliamo solo in Italiano (leggiamo in entrambe)... sara' comunque un po' una mazzata, per lo Gnomo...

      Delete
  3. Wow, back and forth.
    Voi sì che siete girelloni.

    In bocca al lupo per il trasloco

    ------Alex

    ReplyDelete
    Replies
    1. Crepi Alex! A sto giro viaggio leggera... mi sono ripromessa non piu' di 20 scatole di libri, gli altri tutti in deposito! ;)

      Delete
  4. Replies
    1. E noi ti si aspetta, sappilo! E se non vieni e' la volta che veniamo noi sulla vostra costa!!

      Delete
  5. Alice, noi ci abbiamo abitato a Princeton. Cercate casa a Canal Pointe, hanno anche appartamentini. ("ini" by american standards...).

    ReplyDelete
    Replies
    1. Bean, ti ho appena nominato mio spirito guida, sappilo.
      Ho scavato nel tuo blog e ho trovato un post su partenze e rancori che giuro me lo tatuo a fuoco sulla chiappa sinistra a imperitura memoria! Grazie!

      Delete
    2. Di niente, ma con 'sti blog ci si può sentire privatamente? Se posso darti delle info su Princeton, ho anche una mia cara amica che é stata lì diversi anni e magari sa di asili et similia. E' un posto meraviglioso.

      Delete
    3. Bean, assolutamente si!! Te se mai ripassi da qui manda un segnale di fumo, un piccione spiumato, un toc toc on codice morse a: alinipe(chiocciola)gmail.com :)

      Delete
  6. Congratulazioni! Che notiziona, sono molto contenta per voi. Princeton e' molto carina (oltre che super prestigiosa, ovviamente...) :) e si arriva facilmente anche a Philadelphia, dove il cibo e' buono e la gente balla per la strada.

    Annika (una delle fosfore)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahaha! Io non ci sono stata, ne' a Princeton ne' a Philadelphia... Che poi e' un classico dei nostri traslochi... si va sempre dove non ho mai messo piede prima! Ma allora ti straziero' per consigli e dritte tra le fosfore! ;)

      Delete
  7. che bello. Bravissima e in bocca al lupo. Un abbraccio

    ReplyDelete
  8. Ma se ti sei trasferita ieri, porta i libri a Torino o sui monti salvali

    ReplyDelete
    Replies
    1. ? E come li porto?! Mi salasso in spedizioni! Per poi rispedire di nuovo tra un anno! Costa molto meno uno storage, e quando tra un anno sapremo qualcosa del nostro destino li spostiamo definitivamente... anche perche' farlgi fare avanti e indietro aumenta il rischio che gli succeda qualcosa! Molto meglio al sicuro in un bel deposito climatizzato e a umidita' controllata ;) Solo er mejo per i miei libri!

      Delete
  9. sono contenta, spero lo siate anche voi! :-*

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie Zion! Dicamo che sono *anche* contenta. Che in fondo e' gia' un buon traguardo ;)

      Delete
  10. Evviva! Noi siamo super-felici di avervi ad un tiro di schioppo (in termini americani di distanze, si intende). Ho guardato su google maps e siamo solo a 6h e 30 di macchina. Noccioline. Quando arrivate?

    ReplyDelete
    Replies
    1. La visa comincera' dal primo settembre... quindi verso meta' agosto? Ecco, gia' mi piglia l'anzia! :-D

      Delete
  11. Sai come mai andate vicino a Broccolino? ;-)
    Avevi lasciato l'orologio del blog, e quindi dei commenti, a quel fuso orario: un segno. ;-)

    Coccole sparse.

    Ah... gatti e scatole.
    Mi avete fatto pensare a lei http://1.bp.blogspot.com/_q--x0AbCHN8/S7cxob4WhiI/AAAAAAAAELo/W1oL_-O8Hl8/s400/DSC03765.JPG

    E mi piace sempre pensarla... :-D quindi grazie.

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ahahaha! Segni premonitori nel blog!

      Delete
  12. nooooo
    ero passata da Lyon prima che di qui... (e ancora devo andaare a ritroso che ero un po' distratta da pustole varicellose e t similia...)
    sei contenta tu?
    io no, veramente, ma io non conto niente.
    Quando partite? Ti rivedrò mai più??
    no dai ora mi riprendo...

    ReplyDelete
    Replies
    1. HO gia' fatto la ricerca: 120 euro. Da me a te a giugno. Preparami il sacco a pelo! ;)

      Delete
  13. in bocca al lupo! pero` ammazza che sbatta, trasferirsi di la dall'oceano per un anno solo ...

    ReplyDelete
  14. Ma che tornate da queste parti? Allora si festeggia!

    ReplyDelete
  15. Wow congratulazioni al Grinta per l'opportunità!!
    Sarà effettivamente una faticaccia per voi un nuovo trasloco oltreoceano ma sarà anche un po' come tornare nella vosta "seconda casa" ;-)
    W l'Ammeriga!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Grazie :) Speriamo vada tutto bene!

      Delete
  16. Siete unici!!! Andrà tutto bene! Io sono a gramercy quindi se fate un giretto in città ci si vede!

    ReplyDelete
  17. Wow, buon ritorno in terra americana! Noi siamo a poco più di un'ora da Princetown ;-)

    ReplyDelete
    Replies
    1. Attendo dritte e consigli allora!! :-D

      Delete

edddaì, blatera un po' con me!