Saturday, December 15, 2018

la faida!

É quel momento dell'anno.

Quando all'interno della classe si bambini si dividono si becchettano peggio dei  Montecchi e Capuleti, dei Guelfi e Ghibellini, dei romani e cartaginesi, di quelli che friggono con l'olio e quelli che friggono nel burro.
La guerra dilaniante é spesso silenziosa, soprattutto all'inizio, ma nel giro di un paio di giorni alleanze e patti sono siglati e i due fronti si scontrano senza esclusione di sorta, a sorpresa, in ogni momento: in classe, nei bagni, ai giardini, durante il pranzo...
Ed é allora che Alice, come l'ONU, deve accorrere a rimediare, negoziare, mediare restando rigorosamente super partes, neutrale piú della Svizzera!

"Pragma-Puffo mi ha appena detto che Babbo Natale non esiste! Alice, vero che Babbo Natale esiste?!?"  domanda la Regina dei Mini-Pony con lo sguardo di una che ha appena sentito i un genocidio di piccoli di unicorni e fatine del bosco.
"Regina dei Mini-Pony non mi crede, ma le ho spiegato che sono mamma e papá che fanno i regali! É vero che sono mamma e papá ceh fanno i regali, Alice? Glielo spieghi?" Reclama Pragma-Puffo, facendo appello alle leggi empiriche e cartesiane del mondo.

Alice risolve il tutto applicando la pedagogia Cerchiobottista: un colpa qui e uno lí, magari anzi, spostando l'attenzione...

"Ragazzi, ragazzi! Ognuno crede a quel che vuole! Se Regina dei Mini-Pony crede a Babbo Natale allora é certo che per LEI esiste! Se Pragma-Puffo non ci crede allora é certo che per LUI non esiste! La cosa belle é che possiamo credere a quel che ci pare, non diamo fastidio a nessuno, purché rispettiamo il fatto che altri credono a cose diverse e finché ci ricordiamo di essere gentili con gli altri possiamo credere a quel che piú ci va...  tipo io adesso credo che andró a farmi un caffé, voi cercate di non uccidervi per i prossimi 15 secondi!" Dice mentre inforca la porta (perché 15 secondi senza la maestra in classe sono una roba talmente meravigliosa de esilerante che tutto il resto passa in secondo piano... e perché la fuga, in questi casi, é comunque sempre un'ottima alternativa!).

Alice natalizzatrice


7 comments:

  1. Babbo Natale esiste o se non esiste ogni anno passa qualcuno che gli somiglia, diodelcaffè ovunque proteggi le maestre cerchiobottiste

    ReplyDelete
    Replies
    1. :-D Lunga vita alla macchinetta del caffé espresso! Possa il suo filtro non intasarsi mai, e il suo sistema di accensione essere sempre veloce come un lampo, e possa assicurare ancora infiniti caffé ristoratori acchiappati al volo!

      Delete
  2. Il Babbo Natale di Schrodinger :-D

    ReplyDelete
  3. Praticamente è la stessa risposta che dò io anche quando si parla dell'aldilà... chi ci vuole credere ci creda, tanto se esiste non è possibile tornare indietro a dirlo!

    ReplyDelete
    Replies
    1. :-D Sí uso la stessa strategia anche per paradisi, reincarnazioni, angioletti o divinitá egizie!
      Oddio, in realtá ci sono tutta una serie di campane - pure ragionevoli - sul perché sarebbe cosa buona e giusta dire subito che no, i regali non li porta il vecio vestito di rosso... ma Alice mica puó mettersi al posto di mamma papá nonni e zii! Giusto? Giusto! :)

      Delete

edddaì, blatera un po' con me!