Friday, July 17, 2009

Nobel e Divinità Greche

Ieri, tra le caotiche vie della Grande Mela, in mezzo ai business man incravattati,
ai venditori di Hot Dog,
alle donne manager rampanti,
ai taxisti...

Una dea greca e un futuro premio Nobel facevano il loro primi passi da sposati.


Sì. Il dottor Piotr, angelo custode della sottoscritta e del Grinta, quello che se li pigliò in casa quando sbarcarono qui con la loro valigia di cartone, si è sposato!

(E visto che il Piotr passa a leggere da queste parti, la sottoscritta darà un resoconto attendibile, oggettivo e assolutamete fedele ai fatti. Ecco)

Il mondo femminile piange inconsolabile.
Pare che ieri milioni di fanciulle, in ogni angolo del globo, si siano strappate i capelli e stracciate le vesti al pensiero di contanto pezzo d'Omo accalappiato, acciuffato con un anello di platino al dito e ormai uscito dal mercato.
Sebbene il mondo sapesse della sua consolidata relazione con la Dea Greca, in molte non riuscivano a smettere di sognarlo la notte... e ora Piotr, uno delle forme di vita più affascinanti del pianeta, spezza il cuore delle sue fanz.
Pare anche che durante la ricerca dell'abito da sposo il dottor Piotr abbia provocato svenimenti e subbuglio nei camerini, chè le commesse, alla vista del suo abbagliante splendore, si accasciavano tra gli scaffali aggrappandosi ai manichini e sospirando "E' Lui! E' il messia!".
Pure un commesso gayo ha commentato "Io ti sposerei subbito".
E ieri, nel suo nuovo completo da Blues Brothers, il Piotr ha convolato.
E devo dire che ieri, davanti a City Hall, il traffico era più congestionato del solito.

Gli sposini, che andranno a costruire il loro nido d'ammore sulla West Coast, sono riusciti ad organizzare il matrimonio in circa un mese (battendo il record dei 2 mesi realizzato dalla sottoscritta)...
5 giorni prima il Piotr era isterico e sbatteva la testa contro gli spigoli vivi ululando "Le Scarpeee... non troverò Mmai le scarpeee!", la Santa (perchè comunque se si sopporta il Piotr, un po' unti dal Signore si deve essere, eh!) Dea Greca invece veniva sommersa da catologhi di liste nozze e annaspava tra gli appuntamenti per trovare un locale disponibile... il tutto continuando a lavorare le sue brave 8 ore al giorno...
eppure ieri erano bellerrimi, scintillanti e felici!
(Ero molto più distrutta io, che avevo passato la sera a decespugliarmi i polpacci... erano a maggese da almeno tre settimane, ragazzi!)

Alcune riflessioni che desidero lasciare ai posteri, così come vengono a galla dal post-sbornia dell'evento:

FASHON
(Premesso che io al wedding sono andata con i sandali da suora orsolina in gita e un vestito lungo da figlia-dei-fiori-al-picnic-della-raccolta-dei-funghetti... ma non è questo che volevo dire)
La sposa era bellissima ed eterea. Talmente eterea che per fortuna era una giornata di afa e calura appiccicosa, che sennò un colpo di vento se la portava via e il Piotr stava con un palmo di naso.
Lo sposo, ma che ve lo dico a fare, era gnocco gnocchissimo:
Sembrava un Re Sabaudo (prima che iniziassero a mischiarsi tra di loro e a venire tutti un po' storti, eh!)

Ma aveva anche un non so chè di Robert De Niro da ggiovine (per fortuna non il mento a triangolo isoscele)


Ed ovviamente era una copia esatta del sorriso malizioso di James Dean



TIME
(essì, noi ovviamente siamo arrivati in ritardo, ma essendo TUTTI in ritardo abbiam spaccato il secondo, perchè tanto non c'è un "orario": entri dentro, prendi il numerino come dal salumiere e aspetti il tuo turno)
La cerimonia presso il comune di Manhattan è durata esattamente quanto il programma scongelamento del mio microonde: 2 minuti e mmezzo.

ROMANTIC MOMENTS
Come eterno ricordo agli sposi sono state donate due paperette abbigliate in pompa magna, che sono state battezzate tra le acque del laghetto di Central Park.

Infatti, dopo il pranzo con il parentando gli sposi hanno optato per romantico giro in barchetta.

Ad accompagnarli c'era un branco di amici molesti, appesantiti dalla digestione (ma con il cervello reso lieve e vaporoso grazie ai fumi etilici) che sbatacchiando i remi alla rinfusa tentava di fare disposizioni nautiche acrobatiche nonchè furiose gare di canotaggio.
Oltre alla barca dei neo-sposi beccheggiavano e sbatacchiavano al largo altre tre formazioni: la coppia sposata, la coppia di fatto e il trio di single. Ci terrei a precisare che la parte femminile della coppia sposata ha remato da ddio. Ci terrei a precisare che la parte femminile della coppia sposata è la sottoscritta. Che ha scoperto di essere una reincarnazione tridimensionale di Braccio di Ferro.

ANIMAL MOMENTS
Sulla festa serale con tutti gli amici, sul tetto di un palazzone con l'Empire State Building che ci sorrideva in faccia...


Ecco... qui faccio che non dire nulla, e stendere un velo pietoso, che se il socero scopre che ci siamo avvinazzati come degli adepti dionisìaci mi va in iperventilazione e ci strazia l'anima!

SUGGESTION?
Oh, io che sono trash, su quel terrazzo chic pieno di business man impegnati nell'aperitivo da dopo lavoro e di bellezze russe che ancheggiano su tacchi vertiginosi...
un bel trenino sulla Raffaella Carrà me lo sarei fatto!

Ragazzuoli,
Che il vostro cammino sia al ritmo di samba, frizzante e divertente come voi ...
e preparate le tavole da surf che qui vi si viene a trovare presto nè!
West Coast Rocks!

Alice celebratrice

2 comments:

  1. che invidia, anche io volevo sbronzarmi al matrimonio di piotr :-)

    ReplyDelete

edddaì, blatera un po' con me!