Tuesday, September 22, 2009

Farewell Eustachio!

La direttrice della Scuola Reggyo riceve una e-mail dai genitori di Eustachio, 22 mesi ospite della nostra ridente classe (ha ha ha ... ha ha ha...).
E' una e-mail con 12 punti.
12 osservazioni di cose che non li convincevano, non andavano o li lasciavano perplessi.
Tra i 12 punti c'erano cose del tipo:
"Non capiamo perchè le insegnanti insistano per convincere i bambini a giocare con la creta. Non vedo nulla di educativo nel lanciare pezzi di argilla per terra o contro i muri, noi non faremmo mai fare una cosa del genere a Eustachio e non vogliamo che lo faccia a casa... e voi??? (con tanto di 3 punti interrogativi)"
"Le insegnanti hanno sgridato un bambino che piangeva"
"Le insegnanti hanno detto ad un bambino che piangeva, in modo secondo noi sgarbato, di prendere un fazzoletto e soffiarsi il naso. Questi bambini non hanno nemmeno 2 anni, come potete pretendere che sappiano fare una cosa del genere?"
"Che tipo di detersivo usate sul tappeto? E ogni quanto lo pulite? Perchè Eustachio è allergico a tutta una serie di prodotti e l'altro giorno aveva degli sfoghi sulle guance"
"Eustachio ha tentato di lasciare la classe 3 volte, ed IO ho dovuto fermarlo e riportarlo indietro... cosa succederà quando le insegnanti avranno non 6 bambini ma 12?"
"Quand'è che le insegnanti inizieranno a fare davvero qualcosa con i bambini? Non paghiamo tutti questi soldi perchè Eustachio giochi con dei pezzi di cartone, del fango o delle pietre"
"Eustachio, nel corso della settimana, ha fatto sempre le stesse cose, la scuola dovrebbe essere un posto originale, invece ci sembra noiosa e ripetitiva"
"La lettura del libro al mattino è noiosa, lunga e non interessa a nessuno"
"I maschi e le femmine utilizzano lo stesso bagno? Non ci sono porte nè separazioni?"
"La hall di ingresso, dove dobbiamo aspettare l'inizio delle lezioni, è piccola, e i bambini di 3 anni maltrattano quelli di 2 anni. Non vogliamo che Eustachio subisca questi soprusi"

La risposta della direttrice è stata:
"Chiaramente questa non è la scuola che fa per voi e la nostra filosofia educativa non è in armonia con le vostre aspettative. Venite pure domani a riprendervi il vostro assegno e le cose di Eustachio, grazie."


La cosa divertente è che la mamma è venuta O F F E S I S S I M A sibilando "non mi aspettavo di essere buttata fuori in questo modo oltraggioso!"


A' bbella!? E che te credevi?
Che te teniamo a te e quella sòla de tu figghio così te cè denunci tutte quante ar'meno 'na volta alla settimana?!

Alice festeggiatrice (... che almeno per sta volta la denuncia l'abbiamo scampata! Che chi credete che fosse quella che ha detto al nano le brucianti parole "Vai a prendere un fazzoletto per soffiarti il naso pleaze"? Che poi, il nano di 2 anni il naso se lo soffia eccome, baluba, devi vedere che belle trombette e che sbausci di lumaca che sa fare!)

11 comments:

  1. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  2. i genitori non sono mai o quasi mai esempi di intelligenza. Alcuni sono ridicoli anche prima di diventare genitori, ma dopo esserlo diventati raggiungono livelli di ridicolo altissimi. QUesti dei quali ci hai parlato tu, per esempio, sarebbero da prendere a calci in culo tutto il giorno. E basta con questi bambini superprotetti, basta con la convinzione che nostro figlio e' piu' intelligente di tutti gli altri e che nessuno sa veramente apprezzarne le elevatissime doti intellettive. Ma annatevene a fanculo voi e i figli vostri.
    Ecco, l'ho detto.
    che si vede che e' una brutta giornata? :)

    grande la direttrice.
    applauso.
    anzi, standing ovation.

    valescrive

    ReplyDelete
  3. Poso fare un commento californiano?
    Posso..Posso?
    Ammazza che spaccapalle Eustachio's mom. Coraggio!

    ReplyDelete
  4. Liberescion!!!!

    Condivido perfettamente quanto detto sopra.
    Certi genitori andrebbero soppressi prima che possano perpretare la loro inutile specie.

    ---Alex

    ReplyDelete
  5. Forse pensava che avreste ristrutturato la hall per tenerla contenta...

    ReplyDelete
  6. per un attimo, leggendo il post, ho temuto che la direttrice si sarebbe lanciata in una qualche riposta lecca culo tutta scuse!
    E invece, pare una direttrice con le palle!
    Quella donna è una pazza...povero Eustachio, secondo me ha davanti a sè anni durissimi con una mammà del genere...

    ReplyDelete
  7. Hehehe!
    Evviva la direttrice DE FERO! Le madri isteriche sono sempre uno spasso, il piccolo Eustachio crescerà una bellezza se iniziamo così!

    ReplyDelete
  8. cioe`, fammi capire:
    i bambini son troppo piccoli per prendere un fazzoleto e soffiarsi il naso, pero` in compenso sono sufficientemente grandi per richiedere tutta una serie di attivita` complesse e strutturate?
    la mamma di Eusty non solo non e` compatibile col vostro metodo educativo, e` ncompatibile con qualunque metodo educativo razionale.

    occhio al fatto che la direttrice non vi abbia difeso solo per "dovere istituzionale"; potrebbe accadere che, a sipario abbassato, vi faccia un culo cosi` ....

    ReplyDelete
  9. Ali, chiedi se hanno bisogno di un'altra insegnante?!? Pazienza per la levataccia ogni mattina per fare Reggio - REGGYO ma almeno la soddisfazione di avere una preside come la tua e non quel cretino che mi ritrovo! ;)))
    P.S.:mi dispiace solo per Eustacchino che non potrà più soffiarsi il naso da solo e giocare con la creta.

    ReplyDelete
  10. un applausone alla direttrice!

    ReplyDelete
  11. Vale: sfoga sfoga, che se non sfoghiamo qui tra noi... ;)
    Emigrante, ti rispondo alla newyorkese? meno male che ci siam levati 'sta morroide dalle natiche!
    Alex, too late purtroppo... tooooo late!
    Ada :-D e magari un tappetino in lana merino per Eustachio?
    Strega, la cosa sorprendente è che la preside non ha nemmeno parlato con noi prima di mandare la e-mail: al lunedì, serafica, ci ha comunicato che Eustachio non si sarebbe più presentato. Punto.
    Alitta, che poi, il povero Eustachio non era nemmeno malaccio eh, un po' mozzarelloso, ma passabile... chissà crescendo!
    Kino, la Preside non ha nemmeno chiesto conferma a noi, pretendendo la nostra versione dei fatti... ha solo commentato "So come lavorate, e c'è poco da discutere, non vogliamo genitori così nella nostra scuola" :-D (e questo è un ghigno di soddisfazione malefico)
    Vale :-D dai, tieni duro!
    Maya: standin ovation per la Preside! Hp hip Urra!

    ReplyDelete

edddaì, blatera un po' con me!