Wednesday, February 2, 2011

la rana dalla bocca larga

Vulcanica: "dai, dai, tienimi compagnia, vieni a mangiare con me, ti invito io nel posto bbono e esoso dove fanno gli 'mburger, che ci voglio andare ma non da sola"
Ad Alice sembra una buona occasione per dimostrare che bon, anche se non c'è più l'amicizia e l'ammore amicifico non vuol dire che non si può passare del tempo assieme davanti ad un buon piatto, mangiando e conversando come personcine civili e socievoli.

La grandine inquisitoria sui robe personali e private che spaziano dal Grinta, ai soldi, dalle usanze sessuali al numero di nipoti desiderato è spiazzante.
Alice si barcamena, gira e gira e cerca modi carini per dire un "Fatti lì cazzi tùa" di petto e di cuore, ma non è mica facile, nè!
E qualcosa lo butta lì, che è una fatica svicolarsi e insomma, dai, proprio lei poi, che non ha il senso della discrezione, è come sparare sulla croce rossa!

Dopo nemmeno due ore dal pranzo, quel poco che ha detto (che poi, mica segreti di Stato, nè! Robe piccole ma magari un po' strategiche, tipo che sta contando di andarsene per 2 mesi d'estate, o che al 99% resterà alla scuola Reggyo anche l'anno prossimo perchè, sebbene certe cose le facciano cagare, è troppo pigra per cercare un nuovo lavoro... robe che però, se Alice gioca bene le sue carte e fa un po' la preziosa magari a giugno riesce a strappare un contratto un po' mejo, bon), dicevamo, dopo nemmeno 2 ore, il tutto era di pubblico dominio, dalla maestra di arte alla padrona della baracca.
Che se Alice l'avesse scritto sui muri la gente ci avrebbe impiegato di più, perchè insomma, c'è da considerare la fatica della lettura.

Alice imbecillatrice

13 comments:

  1. picchiala
    valescrive

    ReplyDelete
  2. This comment has been removed by the author.

    ReplyDelete
  3. la capacita` di sintesi di valescrive e` da ammirare.
    oltretutto, come non essere d'accordo con lei?

    ReplyDelete
  4. Ma mandarla a coggliere i cardi senza guanti no, eh?
    Leela

    ReplyDelete
  5. (s)consolante sapere che tutto il mondo è paese e che anche a nuova iorca c'è chi non sa farsi i fatti propri.
    per tutto il resto, quoto valescrive :)

    ReplyDelete
  6. Str@@@..
    Ricordatelo la prossima volta..

    ReplyDelete
  7. Peggio del Gazzettino Padano!!

    ReplyDelete
  8. quoto Valeria. Ma forte! Spezzagli le cosce!

    Dora

    ReplyDelete
  9. ahhh un tipico caso di spiun di vimudrun
    In pianura padana si risolve con un calciun nel sederun

    ReplyDelete
  10. ma...l'ha fatto in cattiva fede? :-( che tristezza però.

    ReplyDelete
  11. e se tu fingessi indifferenza e, la prossima volta, raccontassi tutto il contrario? al mio paese funziono'. ancora si chiedono quale sia la verita'...
    (dopodiche' valescrivizzala)

    ReplyDelete
  12. Vale :-D Sei una istigazione al delitto, dai che io sto cercando di essere zen, paziente e filosofica!
    Mani nude o mazza da baseball?


    Kino :)
    Leela: :-D
    Eleutera: eh, io pure però ci metto del mio!
    Giulietta: è mica detto che non ci ricaschi! credo di essere un po' come le zebre: con la memoria a breve termine presocchè cimita. Katiu Il gazzettino padano?
    Dora :-)
    Palbi: ahh! I sani rimedi padani!
    Zion, Intendiamoci, il gazzettino di diffusione lo fa pressochè con tutti, in genere smerciando come "news" sue intuizioni personali camuffate da notizie vere...quindi sono io che sono stata poco furba!
    silvia :) mi domando che diamine hai combinato al paesello!

    ReplyDelete
  13. Parlapà che trionfo di discrezione!
    Non c'è niente di più zen, filosofico e paziente di una bella vendetta al guttalax......

    ReplyDelete

edddaì, blatera un po' con me!