Friday, December 2, 2016

Mater e l'Inglese

Alice per imparare prima lo spagnolo, poi l'inglese e poi una parvenza di francese ha dovuto tirare le testate contro i muri (lei ci ha provato, ad apprendere per assorbimento, ideando di volta in volta diete a base di chupitos, pancakes o croissant... ma ad ampliarsi era solo il suo giro vita e mai il suo vocabolario). Invece la Mater il francese lo apprese così, senza accorgersene, per osmosi dalla sua migliore amica, mentre lo spagnolo iniziò a studiarlo 3 anni fa, più per passatempo che altro (Alice sospettava che il corso di spagnolo fosse in realtà una copertura, si trattasse di un ritrovo di ciampornie che sorseggiavano the, sghignazzavano e si raccontavano pettegolezzi!)... ed ora la Mater va in giro a fare commentari sulla filmografia cilena.

Ma la bestia nera della Mater è l'inglese.
Che non le piace anzi, diciamolo, le dà proprio al cazzo.
Eppure, prima di partire questa volta aveva trovato una teacher (la sorella del giovanissimo batterista matto che accudì lo Gnomo per un mese. Perchè è una intera famiglia di soggetti bizzarri, meravigliosi e affascinanti... e quindi la Mater andava a lezione di inglese dalla sua teacher diciannovenne... Che poi è la figlia della sua maestra di spagnolo. Perchè a noi ci piace vincere facile).
Leggeva Harry Potter in inglese, guardava i film con i sottotitoli, scriveva temini.
Arrivò parlando un inglese comprensibile ma bizzarro, sembrava facesse scrocchiate e gorgogliare i suoni in bocca per poi sputarli via come una caramella dura, quella che sta nel fondo della borsa delle zie.
Arrivò con un quadernetto dove si segnò diligente tutte le parole e le espressioni in cui incappava e che non capiva (nel quadernetto ci trovate tutta la terminologia dei trasporti pesanti, la classificazione dei diversi tipi di balena e di squali, i tipi di formaggio e come si dice zucca in inglese... oltre ad una erto numero di insulti).
Arrivò proprio quando l'Inglese si impossessò dello Gnomo, e lui iniziò a straparlare in in ibrido bizzarro, in parte inventando le parole e dicendo frasi tipo:
"Aiut me! Sto cadend!"
"I'm coming, un attim!"
"I don't want to sied on the chair. I want to go play with the macchinin!"
(Insomma, lo Gnomo era la prova provata che l'inglese è una derivazione del barese)

Il Barese e la Donna che Masticava le Caramelle Dure si sedevano per terra e producevano dialoghi surreali, divertendosi un sacco.
Ad Alice questa cosa le fece una gran tenerezza.

E bon. Quindi questo lei lo dedica alla Mater. Ed a tutti quelli, in giro per il mondo, che si ritrovano con famiglie un po' lost in translation.





Alice inglesizzatrice

17 comments:

  1. Ma io piango! Con i miei che arrivano tra due settimane, poi!

    ReplyDelete
    Replies
    1. Ottimo! Allora non sono la sola a singhiozzare come una pazza! :-D

      Delete
  2. Che tenerezza il grandpapà e la grandmater :-)

    ReplyDelete
  3. Che meraviglia il video!
    Io vivo a Londra da un po', i miei stanno iniziando a pensare ci resterò - io non lo so... Mia madre è andata in pensione quest'estate e ora è alla sua terza lezione d'inglese :) Lacrimucce.

    ReplyDelete
    Replies
    1. :-D Bravissima lei! Tanta voglia e tanta intraprendenza!

      Delete
  4. bellissimo video. e tua madre troppo forte.

    ReplyDelete
  5. Cara, mia suocera ovunque venisse a trovarci nel mondo, parlava italiano. Con il fruttivendolo, i vicini, la signorina del check-in dell'aeroporto. Secondo lei se parlata con sufficiente lentezza ed articolazione, qualsiasi lingua diventa comprensibile. N O N A V E T E P O S T O L I B E R O I N B I S N E S S C L A S S, S I G N O R I N A ?

    ReplyDelete
    Replies
    1. ahahaahah!! Anche possedere il self control e la confidence necessarie per cavarsela con il puro italiano è roba mica da poco!!

      Delete
    2. splendida la suocera rallentatrice :D

      Delete
  6. Io invece piango perche' i miei non faranno mai niente di tutto questo, visto che non hanno nessuna intenzione di venirmi a trovare :-(

    ReplyDelete
    Replies
    1. :( Oh, no! Ma te non ti scoraggiare! Ognuno dà quel che può dare... e se Maometto non va alla montagna la montagna va a Maometto...
      poi vedrai, dopo la prima volta, come corrono pure le Montagne ;-D

      Delete

edddaì, blatera un po' con me!