Sunday, May 9, 2021

il RATTO È TRATTO!

 

Come ogni epopea, anche quella del ratto ha un inizio ed una fine. 

Al rattazzo ci sono volute 2 settimane prima che si decidesse ad assaggiare il veleno saporito e succulento lasciato dal Killer dei Roditori. 

A quel punto 'andato a morire nella sua tana.

Ovvero sotto il mobile della cucina. 

Accanto a lui Serafino, il gatto doppiogiochista, che manco fosse San Francesco gli stava acciambellato accanto e ogni tanto gli faceva pat-pat con la zampina sulla fronte, coma a dirgli: "non temere, amico mio, e vai verso la luce!".

Ad osservare la scena, sdraiato sotto al mobile della cucina, c'era L'Elfo,  che entusiasta cercava di convincere Alice: "mamma, ma ora che é morto lo possiamo tenere in barattolo, con l'alcol, per studiarlo e osservarlo!"

"Amore, é talmente grande dovremmo metterlo dentro un fusto della birra sto qui... no, caro il mio mini Piero Angela, questo lo bruciamo e ne spargiamo le ceneri nella Senna... ed tieni bene in vista le mani: interdizione assoluta di toccarlo"

"ma il gatto lo tocca..."

"Il gatto é un traditore, dopo lo butto nella varechina, non temere..."



Da allora, pace e silenzio.



Serafino ogni tanto guarda sotto i mobili della cucina con aria malinconica.


Alice de-rattizzatrice

Monday, March 29, 2021

Uomini o Topi? A no, aspé, c'é la terza opzione...

Attenzione * post non adatto a chi ha la fobia di roditori e affini*  


Loro pensavano fosse un topo cagone.

Alice metteva trappoline gentili per prenderlo vivo, e aveva installato gli ultrasuoni per levarselo dai marroni.

Addirittura per un paio di sere aveva chiuso Serafino il gatto in cucina, lasciando tutti gli sportelli della cucina  aperti e sperando che la tigre della Banliú acciuffasse il roditore...

Invece alla mattina Serafino il gatto aveva la faccia di uno di ritorno dalla campagna di Russia, sconvolto, stressato e a mani vuote. 

"ho visto cose che voi umani..."



Loro pensavano fosse tipo topo Gigio.

Invece no.

Invece é 'na pantegana. 

Ok, non é una pantegna, ma é un ratto. 

Un ratto che é riuscito a trovare e divorare l'intera scorta di gianduiotti e cioccolato italiano che Alice conservava con amore. 

Un Ratatouille dall'incisivo dedito agli zuccheri. 

Si é pure scartato gli amaretti, l'infame. 

Un ratto che sugli ultrasuoni ci balla e nelle trappoline  non ci sarebbe entrato manco a spingerlo dentro con un compressore.

Una sera l'hanno chiuso dentro un armadio, la notte ha fatto un casino infernale fino a quando non ha ROSICCHIATO l'armadio ed é evaso come nei cartoni animati, lasciando una scia di caccole.


Hanno quindi chiamato l'Esercito, ovvero un derattizzatore. 

É comparso alla porta un bambino di 19 anni che ha messo 4 trappole al veleno dicendo "saranno un po' piú attivi per qualche giorno..." e se ne é andato lasciandoli nella loro RatVille. 

Qui, dalla trincea, é tutto.




Alice rattizzatrice



Thursday, March 25, 2021

A redaje...

 ATTENZIONE ATTENZIONE, NUOVO CONFINAMENTO!


Alice:  "Oddio, nooo... Dai, giá siamo con il coprifuoco alle 18.00 da novembre, giá cinema, musei teatri sono ancora chiusi, é da mesi che non mi faccio manco un cappuccio triste alla francese...""

La Notizia: "Eeeeh,  e invece sí! Confinamento D U R O!"

Alice:  "Ok, quindi?"

La Notizia: "Per cominciare coprifuoco, sempre, ma a partire dalle 19.00"

Alice:  "Ah, cioé... Piú tardi?..."

La Notizia: "Non mi interrompere!"

Alice:  "..." 

La Notizia: "Poi le scuole restano aperte, eh, come sempre... Ma i negozi non essenziali chiudono!"

Alice:  "Nuuu.... Pure le librerie? Come le altre volte?!?" 

La Notizia: "No, le librerie a 'sto giro aperte,  e che si arrangino... Poi niente movimenti tra regioni"

Alice:  "Ehhh... capirai, in Italia é da mesi che giocano a 4 cantoni..."

La Notizia: "Puoi andare in giro ma solo per 10 chilometri, senza limiti di tempo, puoi passeggiare, fare sport... e ovviamente tutti a lavurá, che diamine!"

Alice:  "Che diamine"

La Notizia: "Naturalmente i parrucchieri restano aperti, e i fiorai pure, e i ciabattini anche e..."

Alice:  "ma come? Sono considerati essenziali?"

La Notizia: "Eccerto, noi siamo francesi! Siamo eleganti, raffinati, romantici e calziamo mica scarpe rotte! E ora via, che siamo C O N F I N A T I! "


... Poi Alice legge le notizie in Italia (scuole chiuse, regioni blindate...), e per forza che non ci capisce una mazza... 

Boh.

Comunque, ovunque voi siate, ecco un gioco di societá che ben si addice al 2020-2021...




Alice confinatrice (alla francese però) 


Sunday, March 14, 2021

Marzo

É marzo.

Da novembre le scuole, dai nidi alle superiori, qui in Francia sono aperte e non hanno mai piú chiuso. Gli unici a restare in distanziale sono gli universitari, che quelli hanno gli ormoni dopati e chi li tiene a distanza? Soprattutto visto che hanno un etá per cui qui sono da soli e senza mamma e papà?  Quindi stanno puniti a casa davanti al piccì. 

 Come conseguenza Alice lavora ed ha sempre lavorato in presenziale. Il criterio per chiudere una classe é ALMENO 3 casi covidici in simultanea, e deve dire che i genitori dei 32 bambini della sua classe sono stati piú sincronizzati dei ballerini del Bolshoi: mai piú di due diagnosticati alla volta. 

Il Grinta invece si é ritrovato a insegnare da casa, si appropriato della cucina, che ha un intera parete dipinta stile lavagna nera, e l'ha trasformata nel muro di un serial killer (poi ogni tanto passa l'Elfo e ci mette del suo: un paio di squali, qualche drago, due o tre geroglifici)


L'Elfo é andato a scuola tutto il tempo, tranne quando la sua maestra si é presa il Covid e il direttore ha inviato un email implorando: per cortesia, teneteveli a casa se potete che non so piú dove metterli per garantire il distanziamento sociale... se vengono li ficco nei bagni e uno dentro l'ascensore.

Da novembre teatri, musei cinema etc sono chiusi. Ristoranti e bar e annessi sono aperti solo per l'asporto. Quindi il massimo del brivido e della socialitá e quando ordinano il sushi una volta al mese e vedono la faccia del fattorino al cancello.

Da novembre c'é il coprifuoco alle 18.00. Ora Alice non sa esattamente come sia la situazione in  Parigi ma nella banliú dopo le 18.00, oltre ad un orda di motorini che fa la spola per l'asporto, restano in giro solo  soggetti post-apocalittici che inquieterebbero pure bud Spencer. 

Da novembre Alice ha "perso" la sua collega, che si é messa in maternitá anticipata... e dopo 4 mesi in solitaria, quando stava giá per iniziare a delirare come Tom Hanks, battezzare la scopa del bagno Samantha e presentarla come la sua collega ai genitori... Domani le arriva una nuova collega!!

Sará anche che in questo periodo ha una socialitá pari a quella della particella di sodio nell'acqua Lete, ma l'arrivo di D. le pare una botta di vita senza uguali! 

Pensava di accoglierla con un tiramisú, per vedere se resiste ad un attacco glicemico... ma al momento é impegnata insiema al gatto Serafino in un intensissimo Safari.

Complice anche il freddo polare delle ultime settimane, quello che potrebbe essere UN topino e un dozzina di Pantegane ha.nno occupato il sotto della cucina e sta.nno colonizzando gli scaffali bassi, lasciando una scia di cacchette senza precendenti. 


Mentre attendono le trappole, Alice e Serafino fanno gli agguati ai roditori ed é tutto uno sbatacchiare di sportelli e di grida ( che variano da: "Towanda!" a "Topocagoneeee I'm hooomee").








L'Elfo, per il topino-pantegana, ha giá tantissimi progetti: "Potremmo metterlo in un terrario mamma..."

 "No, si é mangiato perfino la mia cioccolata, non si merita nulla" 

"oppure lo imbalsamiamo!"

"Sí, ma sopra ad un bagno delle bambole, in posizione defecatoria"

Alice marz-izzatrice

Wednesday, March 3, 2021

Nuove frontiere di Nerdituine per Alice

Voi non avete idea del livello di animismo  Alice sta investendo nel robottino marziano. No, ma
seriamente, ma che bellino é?  

Ed ha pure il suo piccolo aiutante, l'elicotterino! Lei che non ha mai capito una mazza di fisica la trova una roba incredibile.

Visto che é dai tempi di Lewis Carroll che lei casca in tunnel e buchi neri é stato niente che é finita testa in giú fino alle 3 di notte persa nei meandri del web, in carenza di sonno e tempo a guardare le immagini dei vari rover, di satelliti e di Piacche dei Pionieri... Ed ha scoperto che anni fa  é stata lanciata nello spazio pure una macchina da corsa, con dentro un manichino, astronauta, tamarrissimo, con il gomito appoggiato mezzo fuori dal finestrino!?



La Tesla rossa in questione é ancora a zonzo, in rotazione attorno al sole... E adesso voi pure DOVETE andare a cercarvi le immagini, e soprattutto dovete squittire di gioia al livello di nerditudine raggiunto grazie a tanti, bellissimi, piccoli dettagli che sono stati pensati e aggiunti a 'sta macchina!

Tipo che quando é partita aveva le batterie cariche e la radio accesa che dava in loop "Space Oddity" di David Bowie, e che nel cruscotto c'é una copia di Guida Galattica Per Autostoppisti, e la triologia di Asimov, e che il manichino é stato chiamato Starman...

Urge un albo illustrato in cui sta macchina atterra su Marte e il rRover  e l'elicotterino decidono di usarla per andare a farsi una vacanza su una cometa...

Alice spaziatrice

Saturday, February 27, 2021

POST-IT

 Poiché Alice esce da casa ad orari improbabili, mentre tutti ancora dormono della grossa, ha preso l'abitudine di lasciare bigliettini in cucina, per dare il buongiorno.

Quando l'altro giorno é andata a prendersi dal frigo il Tupperware con il pranzo, ci ha trovato appiccicato sopra l'emblema della paraculaggine infinita del Grinta: 



Alice, la sera: "Grazie, balengo, per il biglietto riciclato... la prossima volta peró metticela, un po' di fantasia!"

Grinta: "... così non solo è romantico, è pure economico ed ecologico!"

Alice post-itizzatrice


Thursday, January 28, 2021

9 gennaio 1981

É passato il Natale, l'anno nuovo, la befana... e il compleanno di Alice. Il 2021 l'ha subito portata nelle braccia degli ANTA, che lei ha festeggiato come d'abitudine diluiti in 10 giorni, per meglio digerire il pandoro e per non affaticarsi troppo a spacchettare i regali tutti assieme. La prima sorpresa é stata la Mater, che sfidando la ruota giracolore italica e i coprifuochi francesi é riuscita a trovare uno Stargate ed é spuntata come un fungo davanti alla porta di casa, alla vigilia del compleanno, in una notte buia e piovosa, al grido: "Apri che fa un freddo porco!" Poi sono arrivati i libri, i calzini, i libri, i dolci, i libri e l'ha giá detto i libri? Adesso non le resta che comprarsi le librerie di mezzo catalogo ikea ed il gioco é fatto, nel frattempo in casa giocano a Jenga con gli albi illustrati e il gatto fa lo slalom tra torri di carta. L'arrivo negli ANTA ha portato immediatamente un forte senso di responsabilitá civica, di maturitá, responsabilitá e saggezza: é il primo anno IN VITA LORO che mettono fuori l'albero di Natale prima del 21 marzo. Sapevatelo. Un abbraccio, Alice quarantizzatrice