Wednesday, March 3, 2021

Nuove frontiere di Nerdituine per Alice

Voi non avete idea del livello di animismo  Alice sta investendo nel robottino marziano. No, ma
seriamente, ma che bellino é?  

Ed ha pure il suo piccolo aiutante, l'elicotterino! Lei che non ha mai capito una mazza di fisica la trova una roba incredibile.

Visto che é dai tempi di Lewis Carroll che lei casca in tunnel e buchi neri é stato niente che é finita testa in giú fino alle 3 di notte persa nei meandri del web, in carenza di sonno e tempo a guardare le immagini dei vari rover, di satelliti e di Piacche dei Pionieri... Ed ha scoperto che anni fa  é stata lanciata nello spazio pure una macchina da corsa, con dentro un manichino, astronauta, tamarrissimo, con il gomito appoggiato mezzo fuori dal finestrino!?



La Tesla rossa in questione é ancora a zonzo, in rotazione attorno al sole... E adesso voi pure DOVETE andare a cercarvi le immagini, e soprattutto dovete squittire di gioia al livello di nerditudine raggiunto grazie a tanti, bellissimi, piccoli dettagli che sono stati pensati e aggiunti a 'sta macchina!

Tipo che quando é partita aveva le batterie cariche e la radio accesa che dava in loop "Space Oddity" di David Bowie, e che nel cruscotto c'é una copia di Guida Galattica Per Autostoppisti, e la triologia di Asimov, e che il manichino é stato chiamato Starman...

Urge un albo illustrato in cui sta macchina atterra su Marte e il rRover  e l'elicotterino decidono di usarla per andare a farsi una vacanza su una cometa...

Alice spaziatrice

Saturday, February 27, 2021

POST-IT

 Poiché Alice esce da casa ad orari improbabili, mentre tutti ancora dormono della grossa, ha preso l'abitudine di lasciare bigliettini in cucina, per dare il buongiorno.

Quando l'altro giorno é andata a prendersi dal frigo il Tupperware con il pranzo, ci ha trovato appiccicato sopra l'emblema della paraculaggine infinita del Grinta: 



Alice, la sera: "Grazie, balengo, per il biglietto riciclato... la prossima volta peró metticela, un po' di fantasia!"

Grinta: "... così non solo è romantico, è pure economico ed ecologico!"

Alice post-itizzatrice


Thursday, January 28, 2021

9 gennaio 1981

É passato il Natale, l'anno nuovo, la befana... e il compleanno di Alice. Il 2021 l'ha subito portata nelle braccia degli ANTA, che lei ha festeggiato come d'abitudine diluiti in 10 giorni, per meglio digerire il pandoro e per non affaticarsi troppo a spacchettare i regali tutti assieme. La prima sorpresa é stata la Mater, che sfidando la ruota giracolore italica e i coprifuochi francesi é riuscita a trovare uno Stargate ed é spuntata come un fungo davanti alla porta di casa, alla vigilia del compleanno, in una notte buia e piovosa, al grido: "Apri che fa un freddo porco!" Poi sono arrivati i libri, i calzini, i libri, i dolci, i libri e l'ha giá detto i libri? Adesso non le resta che comprarsi le librerie di mezzo catalogo ikea ed il gioco é fatto, nel frattempo in casa giocano a Jenga con gli albi illustrati e il gatto fa lo slalom tra torri di carta. L'arrivo negli ANTA ha portato immediatamente un forte senso di responsabilitá civica, di maturitá, responsabilitá e saggezza: é il primo anno IN VITA LORO che mettono fuori l'albero di Natale prima del 21 marzo. Sapevatelo. Un abbraccio, Alice quarantizzatrice

Thursday, December 24, 2020

l'Elfo. Di natale e non solo

 Lo Gnomo, di gnomico ormai non ha piú nulla.

É lungo come uno spaghetto, secco spigoloso, con piedi lunghissimi, capelli biondo scuro liscissimi che porta lunghi oltre le spalle. 

Lo Gnomo é diventato un Elfo. 

Forse anche per questo, lo Gnomo, nonostante abbia passato i 7 anni, a Babbo Natale ci crede ferocemente.

Ci crede al punto da discutere e litigare a scuola. Ci crede con razionalitá :  "Mamma, é impossibile che siano i genitori... alcuni dei regali che io ricevo per Natale tu non me li compreresti mai e poi mai!". 

Ci crede e si prodiga, al punto che oggi alle 4 del pomeriggio ha straziato l'anima fino a quando non hanno fatto sti cacchio di biscotti per babbo natale, perché il grassone deve avere la sua dose glicemica a quanto pare...

Ci crede al punto da avere allucinazioni auto-indotte: "Giuro ceh mi sono voltato un attimo e l'ho vista, con la coda dell'occhio, c'era la scia della slitta...".

Ci crede incondizionatamente, nonostante il resto del mondo attorno a lui passi il tempo a insinuare, a fare domande contradditorie, a fare allusioni...

Ci crede. 

Con un ottimismo e una fiducia incrollabile e anche misteriosa, per uno che passa il tempo di solito a spaccare il capello in quattro e a elucubrare su cause-effetto nel mondo naturale. 

E forse é questo il regalo di Alice, sotto questo albero di Natale alle soglie del 2020.

Questo Elfo che non smette di crescere e di imparare,  ma che si avvinghia alle favole con le unghie e con i denti. 


Buon natale, bella gente,

Alice natalizzatrice.

Una diapositiva dell'Elfo-Ex-Gnomo in giardino


E da oggi, ufficialmente, lo Gnomo diventa l'Elfo. 

Sapevatelo. 

(E Alice non vuole manco immaginare quale mostruositá fantastica diventerá in pre-adolescenza... )





Sunday, December 6, 2020

Crisis-mas Tree

Hanno fatto il loro albero ciampornio di Natale.

É in salotto, illuminato come l'Empire State Building e con piú paillettes che una drag queen a carnevale. (Lo Gnomo ha creato un nido argentato per 2 passeri psichedelici brillantinati. Tutto é detto). 



Ma a dargli un tocco di classe é la decorazione dell'anno.

Sta tradizione é stata una collega amica di Alice a iniziarla, quando lo Gnomo é nato. 

Sotto Natale le aveva regalato una decorazione per l'albero a forma di taxi di New York, spiegandole che "ogni anno, scegli una decorazione che rappresenta una cosa importante successa, cosí mentre addobbate l'albero ripercorrerete tutti gli anni e in natali passati. Questa é quella di quest'anno, perché il primo natale lo trascorrete qui a New York". 

Incredibile ma vero ma lei, che non ha mai completato un album Panini né finito una Settimana Enigmistica questa cosa 'ha effettivamente fatta, tutti e 6 gli anni precedenti.

Quindi, quando é arrivato il momento del 2020, era pronta.

Buon alberello  Covidico a tutti voi, e speriamo che la decorazione del 2021 sia, che ne so, un corallo australiano, o un pandoro italico.


Il 2020 in un palmo di mano



Alice Decoratrice

Thursday, December 3, 2020

Ricordati che devi Morí.

Lo Gnomo, al contrario del resto della famiglia, durante il weekend si sveglia tutto, subito, senza alternative di sorta. 

In genere si schianta  come un lamantino sul lettone un gomito sul collo di Alice e un ginocchio nella milza  del Grinta (piú cresce, piú e lungo e spigoloso ed ha dei gomiti e delle spalle che ci puoi affettare le provole) . Di solito li rintrona con l'ultimo podcast che si é ascoltato su animali bizzarri, ma stamattina si é svegliato in versione esistenzialista. O da iettatore...

Gnomo: "mamma, mi spiace, ma tu stai morendo""

Alice: "Scusa?"

Gnomo: "Tu stai morendo. Anche papá. State tutti morendo"

Alice: "Amore, vabbé, la mattina non sono un bello spettacolo, ma manco un relitto, dai, mica sto morend..."

"Gnomo: Pure io sto morendo, mamma, ma voi prima... stiamo tutti morendo. Tutti. Pure il gatto"

Oddio, ma mica l'avevano preparata, ad Alice, alla profonditá esistenziale di questo figlio incredibile, questo filosofo in erba che si interroga sull'effimera esistenza... Come rispondere? Quale lettura consigliare, come accompagnare il piccolo Schopenhauer attravers...

Gnomo: "...Di FAME. I am staaarving!!"


Bon, lei pensava fosse Nietzche...  invece era Verdone con gli spaghetti. 

Un altra crisi filosofica risolta grazie al potere taumaturgico dei pandistelle


Alice filosofeggiatrice






Sunday, November 15, 2020

Into the Wild

Questo weekend si sono detti... 
Basta! 
È ora di cambiare aria, di esplorare nuovi orizzonti, vivere nuove avventure, ampliare le nostre prospettive!

Quindi ieri e oggi loro son partiti, han fatto lo zaino... ed han fatto er campeggio. 

Hanno trovato il posto migliore, 
montato la tenda, 
ficcato i materassini, 
letto libri lí dentro alla luce della torcetta decathlonz 
e si sono addormentati, tutti e tre assieme, in un ammasso di sacchi a pelo,  
... ascoltando i rumori della notte.
-
-
-
-
-


Un mix di treni in lontananza, 
macchine con musica disco che passano veloci, 
il vento tra le fronde della betulla, 
le gocce di pioggia,
qualche gatto che miagola 
... e quello che potrebbe essere un concerto di grilli... o un sifone da qualche parte che sibila.

Perché la tenda l'han piazzata nel giardino, nella banliú. 


va messo agli atti che a questo punto i vicini non si scompongono nemmeno piú...
In compenso il gatto Serafino, indignato perché abbandonato tutto solo dentro casa la notte, ha poi passato la giornata cosí:

"smamma umano, ho trovato la dependance"

Alice campeggiatrice