Monday, May 5, 2008

un post piccante

Ieri sera, presi da una botta di vita, io e el Grinta siamo andati a mangiare fuori in compagnia di altri super genietti della super università.
In un ristorantino indiano dove, per modici 10 dollari, hai un menù fisso che include pure il gelatino alla fragola.
Un ristorantino dove eravamo già stati, ma io sui posti e il cibo ho la memoria labile, e i ristoranti indiani sono sempre posti buissimi (intendo molto bui) con qualche candelina da cimitero che al massimo ti permette di capire se il tuo piatto è pieno o vuoto, ma mai di riconoscere davvero che cosa ci sia dentro.
Sul tavolo ci sono 3 salsine:
Una rossa, rossissima... potrebbe essere fatta di fragole per quanto ne so...
Una verde fosforescente, che sembra un frullato di Shreck.
L'ultima è marròn, appiccicaticcia, con la consistenza della marmellata di mirtilli e un colore che non è proprio invitante.
"Grinta, fammi un favore, assaggia e dimmi quale è meno piccante, che sennò muoio!"
Il Grinta, con la stessa professionalità della Clerici, affonda il cicchiaio nella triade di liquidi, schiocca la lingua e...
"Hmm-hmmmmno, no. Nessuna è piccante"
Fiduciosa inizio a decorare il mio pezzo di pane croccante e lo trasformo in una artistica tri-color bruschetta.
Mordo.
E muoio.
Sento un fischio di vapore uscire dalle orecchie mentre mi si annebbiano gli occhi e la gola si chiude. Canalizzo tutte le mie restanti energie al controllo dei muscoli facciali (che mica si può fare sempre la solita figura eh!). Metto su l'espressione numero 14, quella da "sono assorta, non mi parlate" e nel frattempo mi giro verso il Grinta pronta a sfoderare la faccia numero 2, quella da "Ma sei coglione o cosa? E' tutta colpa tua" quando, lui, con un sorriso innocente e uno sguardo da ciccio-bello aggiunge (dopo 5 minuti eh!)
"Però sai, io ho preso l'anestetico, che avevo male al dente... quindi in realtà non sento proprio un cazzo, POTREBBE essere piccante eh!".
Maledetto.

Alice infuocatrice

Oh-ho-hooo! Per il suocero, che poi mi si allarma! Il dente tuttoapposto eh, glielo han tolto oggi, che tanto era uno di quelli verso il fondo in basso, rachitico e inutile. E sì, andava tolto. E no, non lo si poteva salvare. E sì, andesso non ha più male. E no, non è stato doloroso. E sì, stiam bene, siamo sani, salvi e in salute.
E dunque evitiamo pensieri funerei e di morte, e storie di gente che ha tirato le cuoie perchè non si è fatta curare un dente o perchè il dentista gli ha lasciato un batuffolo di cotone incastrato da qualche parte durante la canalzzazione... thanks, nè!

Bon, adesso vado a preparargli un brodino al peperoncino calabro, che la vendetta è una minestrina da assaporare calda!



(e questa qua sopra è una diapositiva dei peperoncini del mercato di Union Square)

13 comments:

  1. la cucina indiana e' letale.
    tre anni fa siamo stati ospiti di un ragazzo indiano con mamma indiana che aveva cucinato cibi indiani per noi non - indiani. Il ragazzo, la mamma e il papa' del ragazzo mangiavano di gusto, tutti gli altri cercavano gli estintori. Una sofferenza immensa.
    La notte non ti dico, me la sono passata al cesso! (quando ci vuole ci vuole).
    pertanto oggi so che le salse indiane sono solo da guardare, mai da toccare, meno che mai da assaggiare.

    spero che il dente vada bene.

    valeriascrive

    ReplyDelete
  2. passo di sponda da altri spazi, per ora ti auguro buona giornata

    ReplyDelete
  3. lucianophoto means branzinoalsale.splinder.com (non so come si fa a mettere un commento con questo nick)

    ReplyDelete
  4. Alicetta...a me Tarzan ha fatto fare il peggior battesimo sushi della storia:
    T "assaggia questa mousse qui è pistacchio, B U O N I S S I M A"
    S "Ma Tarzan sei sicuro? A me non pare che col pesce crudo i giapponesi mettano il pistacchio."

    Dopo un bel boccone di RAFANO PURO, credo di aver assunto un aspetto fosforescente vagamente radiattivo.
    Il resto della serata l'ho passato a tentare di infilzare Tarzan sghignazzante con le bacchette cinesi.

    ReplyDelete
  5. immagino che la nduja non si trovi, a niuiorc... senno` poteva essere una buona vendetta.... ammooorreeeee... t'ho preparato il sughetto al ragu` che ti piace taaantooooo....

    ReplyDelete
  6. Oddio. Fuoco e fiamme con la cucina indiana. E non dalla bocca...

    ReplyDelete
  7. Vale, Salvietta, infatti il mio giorno libero l'ho passato sul trono. A troneggiare.
    Ho consumato chilometri e chilometri di carta iggiennica, roba che manco i Rotoloni Regina... e ancora ora ho il segno della tavolozza marcato sul deretano.
    Ma almeno ho letto un sacco.
    Che il cesso è uno dei luoghi che più mi concilia la lettura!
    Branzino grazie della visita! Non ho resistito è son venuta a ficcanasare da te :)
    Scirop! Il Rafano è mortale! Come minimo, per punizione, avresti dovuto lavargli i boxer in acqua e peperoncino!
    Kino, la nduja non c'è... e tra l'altro il maledetto la adora, mi servirebbe qualcosa di più letale... credo che dovrò ricorrere agli arsenali chimico batteriologici...

    ReplyDelete
  8. (rispondo qui):
    già, tremo all'idea di quando avrà 15aa

    buona giornata

    ReplyDelete
  9. Ho una salsina al peperoncino calabro fatta in casa che potrebbe fare al caso tuo! La punta di un cucchiaino nel sugo della pasta provoca una lacrimazione stile cascate del niagara, vampate di calore e fiamme dalla bocca. La prossima volta che tornate qui vi invito a cena e ti lascio condire il piatto del Grinta a tuo piacimento!

    ReplyDelete
  10. Ma che buona la cucina indiana!
    E che meraviglia il banco dei peperoncini (che peccato me lo sono sempre perso...bisogna che rimedi nella mia prossima visita).

    A me il cibo piccante piace da impazzire, sarà colpa del 50% di geni calabresi che albergano nel mio DNA ;-) !

    ReplyDelete
  11. mi dispiace di non essere solidale, stavolta.
    ma non ci posso far niente, amo e straamo la cucina indiana.
    perdipiù provo una sorta di libbbiddine a tromentarmi lingua e palato con le robe piccanti.

    sorry.
    :-)

    ReplyDelete
  12. Luciano :D
    Paola, guarda che ho segnato l'invito nella lista dei pranzi a scrocco che mi spetteranno nella vecchia Italia!
    Alex, ma se hai un 50% calabro hai il palato al titanio e la lingua felpata! Io, da sbiadita nordica, son capace di lacrmare pure per il curry :(

    Alga, io lo sapevo già che eri una donnina tuttopepe ;)
    Alice infuocatrice

    ReplyDelete

edddaì, blatera un po' con me!