Saturday, March 14, 2009

libertè, mutandè, umiditè

Mattina, il Grinta è in ritardo e si aggira per la casa con scatti frenetici, ancora in costume adamitico integrale:
"E' tardi, è tardi... lo sapevo... lo sapevo..."
"Se magari iniziassi a vestirti..."
"Ho finito le mutande e l'asciugatrice del sotterraneo non ha ancora finito di girare!!"
"Cerca bene, hai eserciti di mutande, magari stanno solo facendo un'esercitazione mimetica nell'armadio... che non ci credo che non ne hai più..."
"E' tardi... è tardi... e vabbè. So cosa fare. Oggi dichiaro ufficialmente aperto...
il "Freeeedom daaay"

dichiara sculettando in giro con aria felice
"passami i pantaloni, donna, che è il Freedom Day, oggi lascio ampio respiro alle mie zone basse"

...
Inutile dire che sono scesa sotto (nel seminterrato dela morte) ho aperto l'asciugatrice a metà programma, ho acciuffato la mutanda meno zuppa ed ho dichiarato ufficilamente aperto l' "Humidity day". Il giorno in cui le zone basse stagnano in paludi di cotone mal asciugato.

Alice umidificatrice

5 comments:

  1. questa del freedom day è un amania tutta maschile...

    ReplyDelete
  2. Freedomday? Manco morto!
    Già mi danno noia i boxer!

    ---Alex

    ReplyDelete
  3. si ma l'humidity day e` una crudelta`..... hai presente che situazione orribile si dve trovare la` sotto, a fine giornata?

    ReplyDelete
  4. dancin' :D
    Mblue, non mi dirai che anche tarzan rifiuta di indossare il gonnellino di goglie di banano?!
    Alex :D

    Kino, dici che alla lunga porterà dolori reumatici? :P

    ReplyDelete

edddaì, blatera un po' con me!